DecidiTorino

Indietro

Bici-Stazione al Parco della Salute

Simone Fossat Simone Fossat  •  23/02/2019  •    1 commento
Mappa descrittiva e Legenda
Mappa descrittiva e Legenda


Codice della proposta: TOR-2019-02-128

Includere nel progetto del Parco della Salute una Bici-Stazione sicura e automatica che favorisca l’intermodalità tra bicicletta, metropolitana e treno favorendo un trasporto sostenibile.

Il progetto definitivo del complesso del Parco della Salute non è ancora stato pensato e mancano ancora molti anni prima che si posi la prima pietra. Si tratta di un’area molto estesa dove oltre alle strutture ospedaliere e di ricerca, entrerà in funzione anche la nuova sede della Regione Piemonte ed un “ponte pedonale” di collegamento tra la stazione Lingotto FS e l’intera area oggetto di riqualificazione. Stiamo parlando di una zona che comprende già altri luoghi d’attrazione come l’Oval Lingotto, Lingotto Fiere e il Palavela, che assieme al palazzo della Regione e al Parco della Salute, attirerà verso di sé grandi masse di persone. Si presume che all’intero di questo enorme perimetro vi saranno inoltre installati “arredi urbani” e strutture quali nuove strade, piste ciclabili, rastrelliere, alberi, fontane, aree gioco per bambini, bar, servizi, segnaletica e quant’altro. Si tratta di un’occasione unica per proporre idee nuove. La mia è quella di installare una Bici-Stazione.

Cos’è una Bici-Stazione? Si tratta di un parcheggio per biciclette sicuro, protetto e automatico come quelli che troviamo nelle città del nord Europa (vedi sopra il video Youtube della Bici-Stazione di Delft). Una struttura piccola ed economica poiché non occorre una Bici-Stazione delle dimensioni che vedete nel video allegato, ma che stimolerà l’utilizzo delle biciclette come mezzo di trasporto quotidiano in quanto le persone che devono lasciarla per ore incustodita, non avranno paura che qualcuno possa rubargliela (fenomeno assai frequente a Torino). 

Perché serve una Bici-Stazione al Parco della Salute? La Bici-Stazione sarebbe fondamentale per favorire l’intermodalità tra sistemi di trasporto sostenibile. Non è un caso infatti che nell’area del futuro Parco della Salute confluiscano tutti e tre i sistemi di trasporto più sostenibili che la città di Torino possiede: Metropolitana linea 1 (fermata Italia 61), ferrovia (stazione Lingotto FS) e la nuova pista ciclabile di Via Nizza, un’arteria ciclabile che parte dal centro di Torino per arrivare fino a Piazza Bengasi. Sia la metropolitana che il treno hanno quindi le rispettive stazioni, perchè non installare anche una mini-stazione per chi si sposta quotidianamente con la bici? Magari con al suo interno uno schermo con le partenze dei treni e i passaggi della Metro 1. Favorire gli scambi bici-metro e bici-treno è senza dubbio una misura volta alla sostenibilità dei trasporti e migliora la qualità dell’aria, senza dimenticare che aiutare i ciclisti è un atto per l’equità sociale poiché la bici è un mezzo economico per chi lo utilizza e inoltre occupa poco spazio al resto della comunità.

Chi sono i fruitori della Bici-Stazione? L’intermodalità favorisce lo scambio di mezzi di trasporto tra gli utilizzatori: per chi si dirige nell’area del Parco della Salute la Bici-Stazione permetterebbe a molti lavoratori, studenti e turisti, di lasciare al sicuro la loro bicicletta per ore e successivamente, dopo il lavoro, lo studio, lo shopping o un grande evento, possano riprenderla e muoversi nuovamente. Per chi invece vive nei pressi del Parco della Salute (quartieri Nizza Millefonti, Lingotto e Mirafiori Sud) potrebbe arrivare presso la Bici-Stazione, lasciarla al sicuro e quindi cambiare mezzo recandosi altrove. Diventerebbe pertanto uno snodo fondamentale per la mobilità nella zona sud di Torino. L’elenco degli utilizzatori è lungo: 

-    I lavoratori, ricercatori e studenti che ogni giorno si recano nelle strutture ospedaliere.

-    I lavoratori pubblici della Regione Piemonte (che così potrebbero dare il buon esempio).

-    I fruitori del Parco della Salute.

-    Coloro che si recano per svago o per lavoro nelle strutture Oval Lingotto, Lingotto Fiere e  Palavela.

-    I residenti nei quartieri Nizza Millefonti, Lingotto e Mirafiori Sud. Gli abitanti di Nichelino e Cintura Sud che utilizzano la stazione Lingotto FS come snodo per cambiare mezzo di trasporto.

In conclusione, come dimostrano città europee ben più piccole di Torino, una realtà comunale che vuole diventare sempre più ciclabile deve dotarsi di almeno una Bici-Stazione negli snodi strategici aventi una pluralità di mezzi di trasporto sostenibili e alternativi all’auto privata.

Link a video esterno:  https://www.youtube.com/watch?v=0biFSxJYD_k

 

Simone F.      23/02/2019

 

Vi piacerebbe avere una Bici-Stazione protetta e automatica presso il futuro complesso del Parco della Salute?

Documenti (1)


È necessario iniziare la sessione o registrarsi per commentare.
Questa proposta non ha notifiche.
Non sono state definite milestone