DecidiTorino

Indietro

Linea 43 per l'Ospedale San Luigi

gabriele bignante gabriele bignante  •  08/12/2017  •    Nessun commento  • 

L'Ospedale San Luigi di Orbassano è servito unicamente dalla linea 43 sub-appaltata a CaNova che da spesso notevoli problemi in termini di frequenza delle corse e rispetto delle stesse, nonché di svantaggio in quanto questa linea parte (Piazzale Caio Mario) da zone non centrali e, comunque, non servite da metropolitana, anche se in tale luogo transitano le linee 4, 10 e 18.

Alcuni mesi fa l'Assessorato ai Trasporti del Comune, insieme all'Assessore Balocco omologo in Reguibe, ha avuto un incontro con dei rappresentanti degli studenti del San Luigi che chiedevano, insieme al comune di Orbassano, di poter prolungare la linea 43 a stazione Lingotto fintanto che non sarà portato il capolinea della M1 fino a Bengasi, nonché di istituire una nuova linea che collegasse Fermi con Rivoli, Orbassano, San Luigi, ecc.. 

Bene, secondo me entrambe queste ipotesi potrebbero essere facilmente evitate e le modifiche da me ipotizzate, a mio modesto avviso, risulterebbero molto meno dispendiose di quelle sopra citate. (Ps: più economiche a rigor di logica, non ho fatto, né ho la capacità di fare, alcun calcolo sulla spesa chilometrica)

La mia idea sarebbe quella di unire la linea 17 con la linea 43 e farla diventare una linea circolare sull'esempio del tram 16 c.d. e c.s.. Tale modifica permetterebbe di unire le due cliniche universitarie (Città della Salute e San Luigi) con alcuni degli ospedali più importanti del territorio: Rivoli, Koelliker (e Mauriziano - vedi dopo). Tale ipotesi prevede:

- un collegamento tra l'ospedale di Rivoli (capolinea del 17) e il centro di Orbassano (capolinea del 43) della lunghezza di 4.3 km 

- un collegamento tra il CTO (capolinea Ventimiglia del 17) e piazzale Caio Mario (capolinea del 43) della lunghezza di 4.6 km. 

Su un giro completo sono 8.9 km di aggiunta, che sono tanti, ma che produrrebbero sicuramente un servizio migliore e più capillare e che, comunque, eviterebbe di dover aggiungere, come richiesto dai comuni di Grugliasco, Rivoli e Orbassano, una nuova linea di autobus. 

 

Vantaggi: 

- Unire le cliniche universitarie

- Unione tra San Luigi e Rivoli, visto che molti reparti sono ormai a cavallo tra i due ospedali

- Collegare il San Luigi al sistema metropolitano in vista della linea SFM5 che comunque non sarà attiva prima del 2022

 

Criticità:

- La linea 43 è gestita da CaNova, mentre la 17 direttamente da GTT. 

 

Ho anche immaginato un'ipotesi di variante che porterebbe a collegare anche l'ospedale Mauriziano, sede di tirocini degli studenti di Medicina (e non solo), nonché importante ospedale cittadino, essendo questo sede di numerose cliniche universitarie. Tale ipotesi, prevede, con un aumento del percorso di 1.3 km, anche il collegamento di quest'ultimo ospedale con gli altri. 

Tale proposta, che la Segreteria dell'Assessore Lapietra ha ricevuto e girato a GTT, ha avuto una risposta negativa per mera mancanza di fondi.

 

E' anche presente una presentazione di tale ipotesi, che però non posso caricare qua su questo portale. 

Commenti (0)


È necessario iniziare la sessione o registrarsi per commentare.